Riflessioni recenti

06/11/2018
05/11/2018
02/11/2018
30/10/2018
26/10/2018

Pt1,18-25

25/05/2016
Dopo aver purificato le vostre anime con l’obbedienza alla verità per amarvi sinceramente come fratelli, amatevi intensamente, di vero cuore, gli uni gli altri, rigenerati non da un seme corruttibile ma incorruttibile, per mezzo della parola di Dio viva ed eterna. 1 Pt1,18-25

Noi ci possiamo amare solo nella verità

Fuori della verità non c’è amore

Questo amore scaturisce dall’obbedienza

Pietro racconta in questi versetti l’esperienza di come è stato amato

Dopo che ha rinnegato il maestro facendo verità su se stesso

I suoi occhi incontrano lo sguardo intenso e sincero del Maestro

Ha fatto luce sulla sua bugia nell’Amore del Maestro

Pietro è sceso nelle sue paure e abbracciando le paure

Ha  incontrato l’amore del Maestro ed è stato abbracciato da questo amore

Pietro ha fatto esperienza dell’amore intenso

Quando ha ascoltato che il Maestro ha modulato il Suo amore sulla sua capacità di amare

Pietro alla terza volta capisce e gli dice:” …Tu lo sai che ti voglio bene”

Questa intensità di essere amato fin dalle origini, sconvolge Pietro

Proprio al dunque sull’Appia capisce che era arrivato il tempo di tornare indietro e non scappare

E testimoniare che la sua missione era morire come il Maestro

Pietro è morto crocifisso sul colle Vaticano